Scuola Primaria

I progetti di Circo Sotto Sopra sono proposte ludico-educative focalizzate sulle tecniche provenienti dalle arti circensi, dal teatro-danza e dall’espressività vocale: attraverso una modalità coinvolgente ed efficace tali percorsi intendono offrire stimoli multidisciplinari in grado di evidenziare tutte le risorse creative del gruppo e di lavorare sulle potenzialità individuali del bambino.

Ogni percorso è costruito attraverso lezioni di 1 ora ciascuna, ed è sempre prevista una performance di presentazione finale a genitori e insegnanti: un momento gioioso per resitituire quanto appreso, organizzabile in occasione di feste e momenti speciali per la Scuola.

La Carovana di Circo Sotto Sopra
Percorso di arti circensi

Il Circo sarà il filo rosso di questo percorso: le sue atmosfere, i suoi personaggi, l’aggregazione profonda tra gli artisti, ma anche le diverse tecniche che lo hanno reso un’arte immortale e senza tempo. I bambini andranno alla scoperta dell’acrobatica, della giocoleria, dell’equilibrismo e della clownerie, sperimentando gli attrezzi tipici delle diverse discipline: la palla rigida, i fazzoletti colorati, le palline da giocoliere, il rola bola, la corda tesa, il cerchio…

Attraverso il racconto di storie e narrazioni a tema circense (i personaggi del circo, il viaggio, ecc) verranno introdotti i giochi e gli esercizi specifici, che trasformeranno i piccoli allievi in veri clown acrobati e saltimbanchi!

LE MATERIE
Il percorso prevede l’approfondimento delle discipline base dell’arte circense:

CLOWNERIE: I clown sono per eccellenza personaggi che portano con sé il buon umore, la poesia, la magia e… fanno ridere! Questa antica arte servirà ad iniziare i bambini ad un approccio libero e creativo nell’espressione del proprio immaginario.

EQUILIBRISMO: In fisica si dice che un oggetto è in equilibrio se tutte le forze che agiscono su di esso non alterano il suo stato di quiete iniziale. Questa tecnica viene utilizzata non solo con la finalità di aumentare la conoscenza del nostro corpo, ma anche per lavorare sull’equilibrio psicofisico dei bambini.

GIOCOLERIA: È l’arte di manipolare con destrezza uno o più oggetti, e comprende anche lanci ed equilibrismi di tali oggetti sul corpo stesso.

ACROBATICA: L’acrobatica consiste nell’effettuare “figure” plastiche alle quali partecipano una, due o più persone. Si tratta di giocare con il proprio corpo e con quello degli altri: un gioco con attrezzi in carne ed ossa. L’acrobatica di gruppo può essere intesa come un «dialogo del movimento» (Schwarz, H.-H., 2001).

TEATRO DI FIGURA: È il mondo dei burattini, dei puppets e delle ombre. Nato come arte a sé stante rispetto al mondo circense, il teatro di figura viene oggi utilizzato dai circensi contemporanei per creare nuove possibilità immaginifiche e integrare le diverse discipline. Verrà introdotto come tecnica narrativa (nelle lezioni dedicate saranno i puppets a narrare la storia iniziale) e come lavoro sull’oggetto e le emozioni.

 

Emozioni acrobatiche
Percorso di teatro e danza

Emozioni acrobatiche è un percorso che mira a sviluppare traiettorie didattiche innovative, con l’obiettivo di lavorare sulle emozioni partendo dal corpo e da tutti i linguaggi ad esso connesso. Si caratterizza per l’utilizzo di diverse tecniche performative: il teatro fisico, la danza, il mimo, l’acrobatica, presentate agli allievi attraverso la cornice del teatro.

Ogni lezione verrà introdotta da una narrazione performativa costruita ad hoc a partire da stimoli di natura letteraria, visiva, sonora e figurativa (ad esempio storie per l’infanzia, dipinti, musiche). I bambini potranno così sperimentare attivamente le diverse tecniche proposte attraverso giochi ed esercizi divertenti, colorati e coinvolgenti.

Il percorso vuole lavorare sulle emozioni attraverso la lente di ingrandimento dell’arte teatrale, stimolando nei bambini una maggior consapevolezza della propria personalità e identità e fornendo loro gli strumenti per esprimerla agli altri, senza inibizioni o paure.
Al centro del percorso vi sarà sempre il corpo del bambino e il suo sviluppo armonico: ogni lezione proporrà storie ed esercizi che andranno ad affrontare la tematica delle emozioni, letta da diverse angolazioni e livelli di profondità.
Ad un lavoro prettamente motorio si affianca dunque un percorso che intende approfondire l’aspetto relazionale e sociale del bambino, nei confronti di se stesso e dei propri compagni.

Il percorso è modulare e permette, in base al numero di incontri previsto, di ampliare o diminuire l’approfondimento delle tecniche utilizzate. Il teatro fisico sarà il collante dei vari incontri, e farà da base per l’apprendimento degli altri linguaggi performativi.

LE MATERIE
Ad ogni lezione verranno introdotti giochi ed esercizi fondati sulle diverse tecniche presentate, utilizzando gli strumenti e gli attrezzi tipici delle stesse, in affiancamento ad un lavoro sul corpo del bambino. Primo fra tutti la MUSICA, che avrà il ruolo fondamentale di creare l’atmosfera e formare la traccia ritmica sulla quale lavorare, ma anche:
– TEATRO FISICO e VOCE
– DANZA
– ACROBATICA
– MIMO E CLOWNERIE
– DRAMMATURGIA E NARRAZIONE PERFORMATIVA

 

Circo In-Canto
Percorso di narrazione, espressività vocale e corporea, clownerie

Saper narrare significa saper interpretare e comunicare esperienze, pensieri e sentimenti in modo efficace e piacevole, dando al proprio punto di vista il carattere della condivisione. Integrando espressività linguistica, vocale e corporea, questa proposta ludico-educativa è incentrata sul mondo della narrazione e sulla sperimentazione ludica delle diverse modalità del raccontare (attraverso il corpo, la voce, la parola). Il percorso si ispirerà all’antico mondo del circo – in particolare alla figura del clown – attraverso percorsi psico-motori in grado di sviluppare la fisicità, la coordinazione, la lateralità, ma anche la relazione con l’Altro e con il gruppo.

Il percorso sarà formato da una serie di incontri di un’ora ciascuno ideati come esperienze di gioco e di collaborazione. Le insegnanti offriranno stimoli narrativi e musicali per incoraggiare i bambini all’uso dell’immaginazione, al coinvolgimento nel mondo delle emozioni e all’attitudine ad esprimerle in maniera costruttiva e originale.
Il tracciato didattico avrà due macro sezioni:
– una sezione “tecnica”, che si svilupperà attraverso l’apprendimento dei principi e delle nozioni delle discipline base dell’arte teatrale e circense: cantastorie, canto, recitazione, ritmo, acrobatica, clownerie, equilibrismo, giocoleria.
– una sezione di “costruzione” del materiale artistico, attraverso la rielaborazione dei principi tecnici appresi: ritmi e partiture sonore di gruppo, canti, testi, azioni fisiche, improvvisazioni singole, a coppie con e senza canovaccio. Questa seconda sezione rappresenterà il nucleo creativo della performance finale di restituzione.

L’obiettivo del progetto didattico è di accompagnare i bambini nella sperimentazione delle possibilità espressive linguistiche, vocali e corporee, in modo da svilupparne la capacità di raccontarsi e di raccontare. Un approccio giocoso e gioioso ai principi del linguaggio, che favorirà anche lo sviluppo dei processi cognitivi e comunicativi connessi. Dar voce e corpo alle proprie emozioni e a quelle degli altri significa infatti imparare a gestirle.

STRUTTURA DEL PERCORSO
1. La voce del corpo: per scoprire ludicamente la relazione tra la sonorità del linguaggio e il corpo
2. Alla scoperta del nostro Clown: apprendimento delle tecniche base delle arti circensi: acrobatica a terra e aerea (se c’è possibilità di attaccare tessuto o trapezio), giocoleria, equilibrismo, teatro fisico.
3. Parole, parole… storie!: studio della parola e del suo impiego narrativo.
4. C’era una volta… o ci sarà…: lavoro di composizione performativa
5. Ecco a voi!: presentazione di una performance finale a famiglie ed insegnanti per condividere la gioia del percorso svolto.

Per i programmi completi scrivere a circosottosopra@gmail.com o chiamare al 3280178208.